"Lucca Comics & Games 2005"

(A cura di Auron)

 

Prologo: Domenica 30 Ottobre... Il sole non è ancora spuntato e la città di Roma dorme ancora profondamente. Un gruppo di ragazzi vaga per la stazione metro di Policlinico alle 5:20 del mattino con tanto sonno che grava su di loro, ma pieni di speranza e buonumore per la gita che tra poco comincia. Enrique, Riccardo ed io arriviamo alla stazione di Ponte Mammolo per prendere il pullman che ci condurrà a Lucca. Da quattro anni a questa parte è ormai tradizione che il gruppo Tokyo Babylon Cosplay, ragazzi del gruppo J-Rock, cosplayers in genere e tanti nuovi e vecchi amici si rechino insieme a Lucca per quello che ogni anno è sempre un viaggio speciale (e sempre più bello direi). Non siamo i primi, con noi ci sono un po' tutti, decisamente puntuali anche se tre dispersi si faranno attendere un pochino di più, come al solito. Ad occuparsi di tutto è Mitsuko che tra liste da controllare, genitori con cui parlare e organizzazione varia ci aiuta nelle piccole e grandi cose. Il viaggio comincia con le prime luci dell'alba e non manca la confusione sul pullman. Io e Riccardo ci dividiamo una torta a zucca ripiena di crema (tanto per stare leggeri) e poi trascorro tutto il tempo a fare gli zoccoli di Valentino per il cosplay di Bleach. Come si fa a fare il calzolaio con tutto il casino che impervia? C'è chi canta, chi gioca ai videogames, chi dorme e chi passeggia avanti e dietro. Stiamo davvero bene e non mancano discorsi in comune di ogni genere (quest'anno più che mai).

 

Viaggio in Pullman: Ci fermiamo ad un autogrill (lo stesso dello scorso anno), una nebbiolina ci avvolge ed il freddo pungente  sembra quasi un cattivo presagio per il tempo a Lucca. Saliamo a turni al bagno ormai noto ed uno dopo l'altro vediamo uscire samurai in abito nero. I volti delle persone normali si fanno curiosi, ma se non fosse così non sarebbe divertente. Qualche chiacchiera tra noi, c'è chi prende un caffè per svegliarsi ed una cioccolata per scaldarsi, l'armonia tra noi è davvero speciale. Mitsuko aiuta tutti con i vestiti nonostante la stanchezza (è davvero un tesoro di ragazza) mentre io mi metto la parrucca (se pensate come me che io sia brutto al naturale provate a vedere come sono peggio con l'acconciatura). Rieccoci salire e mentre c'è chi se la canta ritorno a mettere cinghiette e viti sugli zoccoli. Alle porte di Lucca c'è un sacco di traffico e forse non faremo in tempo ad iscriverci, ma del resto la gara non ci è mai interessata, la facciamo solo per far vedere ai ragazzi che amano il cosplay i nostri lavori. Tutto prosegue bene, c'è anche un sole stupendo, così si raccolgono i soldi per i biglietti e poi eccoci tutti all'ingresso della fiera.

 

Lucca: Fa davvero caldo quest'anno e di gente sembra ce ne sia ancora più del solito. Andiamo a fare subito l'iscrizione alla gara col nostro Folken che ci ha tenuto il posto (Grazie!). Già si incontrano appassionati di Bleach e ragazzi dai cosplay stupendi (come sempre). Foto di ogni genere vengono fatte un po' ovunque e mentre il gruppo si disperde quasi subito (e possiamo dire addio ad una foto tutti insieme) si approfitta per incontrare gli amici di fuori e conoscere molte altre persone. Scattiamo delle foto con dei bravissimi ragazzi che come noi hanno fatto Bleach, mentre ci avviciniamo ad amici come Anna, Gendo, mio fratello Otaking, Ly e tantissimi ed affettuosi ragazzi e ragazze che purtroppo incontriamo solamente a Lucca. Il tempo vola e gli stand non li vedo nemmeno col cannocchiale. Dobbiamo attendere più di 400 partecipanti, ma poi tocca finalmente a noi e l'affetto delle persone non tarda a farsi sentire (e pensare che i maligni dicono che a Lucca non ci possono vedere). Andiamo a fare casino con tutti quelli che conosciamo e poi ecco una bella sorpresa. Al momento della premiazione io e Mitsuko non ci siamo perché con tanti meritevoli gruppi non pensavamo certo di vincere, ma ecco che viene fatto il nostro nome: il gruppo di Bleach vince, per altro un premio speciale (assegnato cioè da tutta la giuria). Sono commosso, ma lo sono di più per i tanti ragazzi che ci vogliono bene e per i nuovi elementi del gruppo che erano alla loro prima esperienza. Anche se dei 28 partecipanti a tavolino ce ne sono solo 15 (a causa di lavoro e studio incessanti, non per negligenza) questo premio è per tutti loro e per quelli che fanno parte del nostro gruppo, anche se con costumi diversi. Per noi lo spirito di squadra conta sempre e comunque anche per chi non c'è. E' ormai buio e devo salutare tutti quanti, almeno quelli che trovo ancora in giro. Non manca il saluto alla fiera ed il tradizionale cerchio (stavolta solo in quattro), ma dopotutto quel che conta è stato divertirci con tutti.

 

Rientro a Roma: Ecco il pullman ed uno dopo l'altro saliamo sonnecchiosi. Si legge l'emozione sugli occhi di tutti e non mancano da subito scherzi e battute. Anche se con un giorno di anticipo si festeggia Halloween come lo scorso anno e comincia il volo di caramelle e dolci da ogni parte. Mentre la maggior parte dorme (ma come si fa con questo casino?) i più determinati di noi fanno salotto e si divertono assieme. Allo scalo all'autogrill (arieccolo quello dell'andata) ci cambiamo e osserviamo le stupende zucche ricolme di dolci e gli addobbi di Natale. Il viaggio finisce poco dopo e siamo tutti stanchi. Con rammarico ci salutiamo, ma presto torneremo a fare casino insieme. Saluto la mia dolcissima Mitsuko e poi rieccomi solo con Enrique e Riccardo come stamattina. Prendiamo un tassì ed arriviamo a casa con nuovi e bellissimi ricordi (e tanto lavoro già in cantiere per Romics). Una bellissima esperienza quella di Lucca di quest'anno e tanti nuovi amici con cui uscire. Grazie per la cortese attenzione e alla prossima fiera.

 
torna alla pagina iniziale