News
 

La fiera di Roma basata sul fumetto esiste da circa dieci anni, ma il cosplay è nato e si è sviluppato a Lucca. Diffusa la moda dei manga intorno al 1991 con testate pubblicate dalla Granada Press e successivamente da Japan Magazine il pubblico italiano ha cominciato ad entrare nell'idea di impersonare gli eroi dell'animazione giapponese. Il primo cosplay romano però non è stato di questa natura, ma americano. Intorno al 1995 (non ricordo la data precisa della fiera) uno stand di fumetti ha pensato di fare pubblicità ricorrendo ad un ragazzo-immagine vestito da Superman che consegnava i volantini ai visitatori. Originale e inusuale per allora giunse poi l'idea di fare un costume anche in altri stand a partire dalla successiva fiera e poi anche in centri di ristoro per bambini. Il primo ragazzo autodidatta si vestì da Robin nel 1996. Nel '97 il boom delle serie nipponiche prende il sopravvento e storie come Evangelion o Ranma sono le più apprezzate. In stand di appassionati come i Mangaloidi (che realizzavano da soli bellissimi gadget con soggetti di cartoni animati) si possono ammirare i primi costumi Jap, denominati solo anni dopo col termine più diffuso di "cosplay". Lo stesso anno per lavorare ad uno stand Valentina presentò Asuka ed io Wataru, cosa che coinvolse molto gli acquirenti, anche se fu una nostra iniziativa. Una piccola curiosità: lo stand in questione era lo stesso di Superman. Nel mentre gruppi improvvisati, poi scomparsi, vestirono i panni di tanti eroi dell'animazione. Vista la pubblicità inserirono così la clausola che chi entrava in costume aveva diritto all'ingresso omaggio. Questo si rivelò poi un problema in quanto all'ingresso non c'era certo un appassionato di manga, ma un normalissimo dipendente e così negli anni successivi la selezione fu ristretta alle maschere più originali. Il 1998 è il primo vero anno del cosplay romano in quanto ora i ragazzi che si presentavano in cosplay erano decisamente tanti e appassionati (non per entrare gratis), mentre nel 1999 nascono le prime associazioni. Il resto è storia di oggi.

 
torna alla pagina iniziale